modulo blu
A qualcuno di voi probabilmente non è mai capitato, ma l’incidente è imprevedibile e può accadere anche ai guidatori più prudenti ed esperti quando meno se la spettano.

Per questo motivo qualora ci si trovi coinvolti in un incidente stradale, oltre a mantenere la calma, è opportuno il farsi trovare preparati. Per evitare inutili perdite di tempo e spese aggiuntive dovute al sinistro, infatti, è bene conservare sempre nel vano porta-oggetti del veicolo una o più copie del modulo BLU (o modulo CAI) , disponibile presso la propria Agenzia assicurativa di riferimento ed avere qualche nozione di base sulle modalità di compilazione.

Il modulo CAI o modulo BLU, infatti, permette di avere in un unico documento una visione completa e definita della scena del sinistro, con indicazione della dinamica con la quale si è verificato.

La corretta compilazione del modulo BLU è molto importante perché permette di semplificare e velocizzare le pratiche per il risarcimento dei danni: in caso di danno subito, e di accordo tra le parti per la sottoscrizione della constatazione amichevole, la richiesta viene inviata direttamente alla propria assicurazione, e non a quella del veicolo responsabile del sinistro.

Vi sarà quindi un risarcimento diretto, veloce e senza anticipare alcun importo al carrozziere, se convenzionato.

Le informazioni da inserire sono molteplici, ma alcune sono fondamentali: la data, l’ora, il luogo di accadimento, il tipo e le targhe dei mezzi, i dati anagrafici delle persone coinvolte, le Compagnie di Assicurazione e la descrizione dettagliata e comprensibile dell’incidente (in particolare le crocette nella colonna centrale relativa alle Circostanze dell’Incidente), i danni riportati dalle vetture e, cosa da non sottovalutare, le dovute firme.

In ogni caso, ricordatevi di utilizzare un solo modulo per entrambi i veicoli coinvolti nel sinistro.

Se si ha la possibilità, è bene scattare delle foto sia ai danni sia al luogo del sinistro ed acquisire le generalità ed i recapiti dei testimoni presenti.

Malauguratamente, può succedere che la controparte non voglia ammettere il torto e non voglia sottoscrivere la Constatazione Amichevole. In questo caso è bene chiedere l’intervento delle Autorità.

Esiste comunque la possibilità di utilizzare il modulo BLU con la modalità “a firma singola” in cui attraverso la dichiarazione compilata, incrociata con quella della controparte presso la propria Agenzia, sempre nella medesima modalità, sarà possibile confrontare i dati informatici “a distanza” e verificare quindi chi ha ragione e chi torto sulla base delle risposte date.

Il relativo modulo può valere comunque come denuncia nei seguenti casi, ovvero quando:

  •  i veicoli coinvolti sono più di due;
  • il veicolo di controparte ha targa straniera e/o è assicurato con Compagnia estera;
  • il sinistro è avvenuto all’estero;
  • nel sinistro è rimasto coinvolto un ciclomotore o una macchina operatrice oppure un trattore agricolo;
  • vi sono feriti che hanno riportato lesioni molto gravi.

Per qualsiasi dubbio è bene contattare il proprio assicuratore di fiducia!

Elena P.

Tagged on:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *